• classificazione del rischio sismico
  • classificazione sismica
  • attribuzione classe rischio
  • diagnosi sismica
  • miglioramento sismico
  • adeguamento sismico
  • rischio sismico costruzioni
  • classe rischio pre intervento
  • classe rischio post intervento
  • pam perdita media annua attesa
is-v indice sicurezza vita1 pam2 pam-valore mercato3 sismabonus4 sconto fiscale5 8 classi rischio sismico6 indagini sismiche7 verifiche sismiche8 perdita annua media9 vantaggi economici miglioramento sismico10
Diagnosi Sismica / Indagini Sismiche | Verifiche Sicurezza Sismica | Classe Rischio Sismico
Adeguamento Sismico / Progettazione Sismica | Interventi Antisismici | Classificazione Sismica
Classe di rischio sismico - Sismabonus

Incentivi SismaBonus | Miglioramento classificazione sismica

SISMABONUS: CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO SISMICO POST INTERVENTO DI MIGLIORAMENTO



Le Linee Guida del SismaBonus consentono uno incentivi fiscali a seguito di interventi di rinforzo volti alla riduzione del rischio sismico delle costruzioni esistenti.

Gli interventi che generano il miglioramento sismico, ossia di passaggio ad una o più classe sismica superiore, danno diritto agli incentivi fiscali previsti dal SismaBonus: fino all'85% delle spese sostenute, comprese le spese tecniche (diagnosi e progettazione) e l'IVA.

E' però necessario dimostrare l'efficacia degli interventi volti alla riduzione del rischio sismico. La dimostrazione avviene con la classificazione sismica, ossia mediante il confronto tra la classe di rischio iniziale (pre-intervento) e quella finale (post-intervento).

Il miglioramento sismico, ossia il passaggio ad una o più classe sismica superiore, viene accertata tramite la seguente documentazione, da predisporre, prima, durante e dopo l'intervento:

  1. diagnosi sismica: indagini, verifica e attribuzione della classe di rischio sismico iniziale asseverata da ingegnere abilitato;
  2. progettazione con conseguente classificazione sismica finale, cioè conseguibile a seguito dell'esecuzione dell'intervento di miglioramento progettato, anch'essa asseverata da ingegnere abilitato;
  3. deposito presso lo sportello unico competente (Comune o Genio Civile) della pratica di inizio attività completa di progetto di miglioramento sismico con le asseverazioni di cui ai punti precedenti;
  4. relazione a lavori ultimati, da parte del Direttore dei lavori (ingegnere abilitato), con attestazione di conformità degli interventi al progetto di miglioramento sismico depositato;
  5. collaudo statico, a cura del Collaudatore (ingegnere abilitato da oltre 10 anni), con attestazione di conformità degli interventi al progetto di miglioramento depositato ed alla relazione a lavori ultimati.

L'asseverazione di cui ai punti 1 e 2 e le attestazioni di cui ai punti 4 e 5 vengono depositate presso il suddetto sportello unico e consegnate al Cliente per l'ottenimento dei benefici fiscali previsti dal SismaBonus.

Classe rischio sismico sismabonus




VANTAGGI ECONOMICI COL MIGLIORAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA


Il principale vantaggio economico di un intervento di miglioramento sismico consiste negli incentivi fiscali introdotti dal SismaBonus.
Il meccanismo del SismaBonus prevede un sistema di detrazioni d'imposta premianti, in funzione dell'efficacia degli interventi di miglioramento sismico. L'incentivo fiscale consiste nella detrazione d'imposta calcolata in funzione del numero di passaggi a classi di rischio inferiore: maggiori sono i miglioramenti dal punto di vista sismico e più elevata è, di conseguenza, la detrazione fiscale.
Rispetto alle ristrutturazioni antisismiche senza variazione di classe (50%) gli incentivi (detrazioni) col SismaBonus aumentano notevolmente qualora gli interventi antisismici eseguiti migliorino l’edificio di una o due classi di rischio sismico.

Per le singole unità immobiliari ad uso abitativo o produttivo

  1. incentivo del 50% per gli interventi di locali con adozione di misure antisismiche
  2. incentivo del 70% per gli interventi globali di miglioramento sismico, con passaggio di 1 classe di rischio inferiore
  3. incentivo del 80% per gli interventi globali di miglioramento sismico, con passaggio di 2 classi di rischio inferiori

Per i condomini

  1. incentivo del 50% per gli interventi di locali con adozione di misure antisismiche
  2. incentivo del 75% per gli interventi globali di miglioramento sismico, con passaggio di 1 classe di rischio inferiore
  3. incentivo del 85% per gli interventi globali di miglioramento sismico, con passaggio di 2 classi di rischio inferiori

Importante considerare anche i tempi dell'incentivo SismaBonus. La manovra, infatti, ha stabilizzato lo strumento per cinque anni, fino al 31 dicembre 2021, in modo da consentire una programmazione degli investimenti.

Le detrazioni possono essere spalmate anche su cinque anni, anziché sui consueti dieci: sono, quindi, molto più vantaggiose rispetto all'ecobonus tradizionale.

Ulteriore vantaggio dell'intervento di miglioramento sismico, oltre ovviamente alla maggiore sicurezza degli occupanti in caso di sisma, è la rivalutazione dell'immobile. Evidentemente l'edificio aumenta il suo valore di mercato per effetto dell'intervento di miglioramento sismico.

Qual è l'aumento di valore? La differenza tra il valore di rischio PAM (perdita annua media) iniziale e quello finale rappresenta l'incidenza annua di rivalutazione dell'immobile.

Con alcune Compagnie di assicurazione, il miglioramento della classe sismica consente anche una riduzione del premio assicurativo per il caso di rischio sismico.




SCONTO IN FATTURA: NOVITA' DEL SISMABONUS 2019


Con l’entrata in vigore del Decreto Crescita n. 34/2019, per gli interventi di adozione di misure antisismiche è stata prevista la possibilità di optare, invece che per la detrazione, per un contributo di pari ammontare sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi. L’esercizio dell’opzione, con il relativo assenso del fornitore, va comunicato a fine lavori all’Agenzia delle Entrate, nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia.

Lo sconto è pari alla detrazione spettante per gli interventi effettuati, in base alle spese sostenute entro il 31 dicembre del periodo d’imposta di riferimento. L’importo della detrazione spettante è calcolato tenendo conto delle spese complessivamente sostenute nel periodo d’imposta, comprensive dell’importo non corrisposto al fornitore per effetto dello sconto praticato.


IDES - servizi integrati ingegneriaSEGUICI

DIAGNOSI

Indagini Sismiche
Verifiche di Sicurezza
Classe Rischio Sismico
ADEGUAMENTO

Progettazione Sismica
Interventi Antisismici
Classificazione Sismica
AZIENDA

Chi Siamo
Dati Societari
Referenze
INFO

SismaBonus
Catalogo
Contatti


Via G. Galilei n° 50 - Brescia


030-666-0491


info@adeguamento-sismico.it


339-811-2922


030-666-0491


ides.srl@pec.it
© IDES - Società di Ingegneria - Tutti i diritti riservati